La scuola dell'infanzia nel 1° ciclo HarmoS

Finalità educative

Promuovere la scoperta e la valorizzazione della propria identità
La SI favorisce la crescita della personalità dei bambini in rapporto con l’ambiente sociale in cui vivono, offrendo un contesto, complementare a quello familiare, ricco e capace di riequilibrare le esperienze e i numerosi stimoli ai quali sono esposti nella società contemporanea.

Ogni bambino sviluppa un proprio percorso di crescita attraverso la scoperta e la valorizzazione di proprie caratteristiche e risorse, che lo portano a fare esperienza di ruoli/identità che si possono/devono assumere in contesti diversi (essere il più grande/essere il più piccolo, ecc.). Accanto al consolidamento dell’identità intesa, in senso forte, come permanenza del sé, va infatti sempre considerata l’importanza di sviluppare un’identità flessibile che sappia adattarsi consapevolmente ai contesti.

 

Sviluppare l’autonomia funzionale ed emotiva
Ogni bambino è messo in condizione di sviluppare la propria autonomia nel rispetto delle sue caratteristiche. Questo significa aiutarlo progressivamente a conoscersi, conoscere e gestire le proprie emozioni, confidare nelle proprie forze, richiedere aiuto quando necessario, sviluppare indipendenza ed iniziativa propria, realizzare rapporti sociali sempre più costruttivi e soddisfacenti.

 

Sviluppare le competenze sulla base delle proprie caratteristiche
Lo sviluppo di ognuno è strettamente legato all’identità, all’insieme dei propri talenti, dei propri stili cognitivi, espressivi ed emotivi e non vi è dunque un solo modo di essere competente. Le diverse modalità di lavoro che ognuno attiva in rapporto alle componenti dominanti della propria intelligenza vanno rispettate.

I docenti devono sostenere la naturale inclinazione dei bambini per la conoscenza, motivarli, stimolare i loro sforzi verso lo sperimentare, il conoscere e l’essere in grado di fare di più; devono predisporre occasioni di scoperta ed accompagnarli durante il processo di apprendimento, accogliendo i modi e i tempi che sono propri a ciascuno, assecondando le loro curiosità, il loro desiderio di scoprire e assicurando un supporto efficace per rapporto ai bisogni formativi identificati.

 

Sviluppare la socializzazione e il senso di appartenenza ad una comunità
La sperimentazione di relazioni allargate, spontanee e al tempo stesso mediate dall’insegnante, consente al bambino di apprendere a stare con gli altri, a parlare e giocare con loro, a co-costruire scoperte e apprendimenti, a confrontare i suoi desideri e le sue opinioni con quelli degli altri, a sperimentare e accettare le opportunità e i limiti offerti dalla vita quotidiana nella scuola e ad assumere progressivamente responsabilità verso gli altri bambini, verso la comunità.

 

Aprire alle conoscenze sul mondo
Le conoscenze sul mondo contribuiscono allo sviluppo di competenze in vista della formazione globale della persona e del passaggio scolastico successivo. Le esperienze del bambino in ambito motorio, quelle relative all’ambiente, alla matematica, alle nuove forme di informazione/comunicazione, agli strumenti multimediali, alla lingua, alla creatività artistica e alle attività musicali sono rilevanti in questa fascia di età particolarmente attiva e ricettiva sul piano cognitivo ed espressivo.

 

Aprire alla partecipazione delle famiglie
La SI promuove e sostiene la partecipazione delle famiglie alla gestione educativa, affinché il percorso di crescita di ciascun bambino si costruisca su basi ed orientamenti condivisi e nella reciproca consapevolezza di metodi e contenuti. La partecipazione delle famiglie si esprime e si realizza attraverso momenti di incontro e di scambio diretti e personali e attraverso attività istituzionalmente definite.

 

 

Approccio metodologico