Italiano

Significato e finalità formative della disciplina

Significato

L’insegnamento linguistico costituisce un elemento centrale nella formazione di ogni allievo della scuola dell’obbligo e, di conseguenza, di ogni cittadino, in quanto il pieno sviluppo della competenza linguistica è la premessa all’inserimento dell’individuo in un preciso contesto sociale, storico e culturale. La lingua permette inoltre l’accesso alla memoria storica ed è la principale matrice della rappresentazione del sapere e dell’interpretazione della realtà, dello sviluppo cognitivo e affettivo.

 
Finalità formative
 
Le finalità formative dell’educazione linguistica possono essere raggruppate in due grandi famiglie:
 
a. Lo sviluppo della competenza comunicativa
Raggiungere una solida competenza comunicativa è condizione necessaria per la realizzazione piena e consapevole dell’individuo nella società odierna, che richiede di comprendere e produrre testi (orali o scritti) che rispondono a esigenze concrete (dal racconto di un fatto alla descrizione di una persona, dall’espressione di un parere personale all’esposizione di un concetto o di una conoscenza, dalla comprensione di una regola alla partecipazione consapevole e adeguata a un colloquio formale). Una buona competenza linguistica permette di esprimersi e di farsi capire nel modo più adeguato, ciò che porta a una migliore conoscenza e a un maggior rispetto reciproco. Perché questa competenza sia pienamente raggiunta e perché risponda alle occasioni della vita di tutti i giorni, infatti, non è sufficiente farsi capire, ma è necessario farsi capire bene, attraverso un uso appropriato e quanto più possibile corretto della lingua, abbinato a una solida e rigorosa strutturazione del pensiero: anche per questo, dunque, la scuola ha il compito di consolidare e perfezionare costantemente l’acquisizione di modelli linguistici corretti che permettano di comunicare con efficacia..
 
b. L’accesso al patrimonio culturale e al sapere
Accedere al patrimonio culturale e al sapere significa entrare a far parte di un contesto socio-culturale preciso e avere la possibilità di fruire di tutte le sue componenti: una competenza linguistica avanzata permette infatti di andare al di là delle esigenze immediate della vita di tutti i giorni, per accedere (ad esempio) ai contenuti delle differenti Discipline, oltre che a quelli legati in modo più stretto al patrimonio culturale svizzero, italiano e di altre nazioni. In particolare, la lettura di opere letterarie apre la mente alla cultura e ai valori della tradizione, oltre a offrire delle vie per capire meglio la complessità e la ricchezza dell’animo umano e del mondo.

Una solida competenza nella lingua del territorio si acquisisce solo attraverso la capacità di riflettere sui meccanismi e sulle regole che ne stanno alla base; la riflessione sulla lingua, oltre a contribuire a una miglior comprensione del funzionamento del codice, è condizione imprescindibile per ogni apprendimento linguistico, successivo o parallelo: in un contesto come quello ticinese che, per più ragioni, è votato al plurilinguismo, una conoscenza anche teorica della grammatica dell’italiano pone le basi per l’apprendimento delle lingue seconde o per un uso più consapevole della lingua materna, quando diversa dall’italiano e non insegnata nella nostra scuola.

 

Modello di competenza