Contesti di formazione generale

Scelte e progetti personali

Orizzonte di senso
Guidare l’allievo ad impostare e a portare a termine progetti volti alla realizzazione di se stesso e all’inserimento nella società.

Presentazione
Avere dei progetti è fonte di piacere e di crescita per ogni essere umano e il bambino lo apprende progressivamente facendo sì che dai piccoli progetti ben condotti acquisisca fiducia e capacità per affrontare quelli più grandi. L’acquisizione di un’autonomia nelle scelte e la capacità di costruire progetti personali si sviluppa lungo tutta la scolarità obbligatoria. L’autonomia personale si costituisce anche grazie al saper partecipare con gli altri alla costruzione di un’identità sociale condivisa. Si inizia dall’autonomia nel gioco, per proseguire nella condivisione di attività a coppie e in gruppo, per giungere a saper identificare i propri interessi, ideare attività creative o di ricerca individuale. Ogni apprendimento presuppone la capacità di saper analizzare e riflettere in maniera individuale, comunicando con gli altri, condividendo spazi, oggetti, intenzioni ed azioni. L’essere individuo autonomo sarà coniugato sempre più con il saper interagire in maniera efficace nel gruppo, nella classe e poi con l’intera società. L’essere cittadino responsabile significa acquisire le capacità di costruire progetti personali, dall’ambito scolastico a quello sociale e delle scelte professionali. Nella scuola media l’orientamento professionale rappresenta la preparazione alla sfida dell’entrata nel mondo adulto e del lavoro.

La costruzione di un progetto di vita va vista anche nella sua dimensione sociale e ambientale, in quanto espressione della propria individualità nel contesto di una responsabilità verso l’altro e l’ambiente in cui si interagisce. Le scelte e i progetti personali non sono mera espressione delle inclinazioni e degli interessi individuali, ma si sviluppano nell’interazione con gli altri e nel contesto di una responsabilità condivisa con la comunità a cui si appartiene. Le dimensioni in gioco sono quindi:

  • coscienza di sé, delle proprie capacità (autonomia, progettualità, responsabilità, decentramento, auto-motivazione, ecc.) e di come utilizzarle per pianificare un progetto formativo e di vita;
  • apprendimento delle strategie utili per realizzare i progetti;
  • conoscenza del mondo del lavoro, dei mestieri e delle professioni.

 

Contesti d’esperienza – 1°ciclo
Saper essere autonomo nel gioco individuale e collaborare nei giochi collettivi, essere costante nell’occupazione, ordinato e attento al rispetto di sé, degli oggetti e degli altri, sono la prima tappa di sviluppo di capacità necessarie nel corso di tutta la vita. Saper condividere con altri le proprie intenzioni e le proprie attività nel rispetto reciproco rappresenta il lato sociale della propria autonomia.

A titolo esemplificativo si richiamano le seguenti situazioni di vita:

  • lavori o attività da condurre da soli, in coppia o in un gruppo (giochi, lavori manuali, compiti scolastici, ecc.);
  • apprendimento di un gioco o di un’attività e impegno nel realizzarla;
  • assunzione di iniziativa personale nel gioco o in altre attività;
  • cura di piantine o piccoli animali;
  • verbalizzazione e discussione delle modalità di realizzare dei progetti.